Pubblicato da: pergenova | 29/11/2010

Gronda, voto: in 562 su 68.000 solo lo 0,80% si è espresso per nominare i rappresentanti nell’Osservatorio per la Gronda

Solo 16 voti a Voltri, 14 schede depositate nel collegio 3 che include  Fegino, Trasta e Murta;  e così anche negli altri 3 seggi dove si votava per i 10 rappresentanti al tavolo sul raddoppio autostradale (bypass) proposto dalla giunta comunale di Genova per esaminare tutto quello che riguarda il percorso per la realizzazione della Gronda.. I comitati dei cittadini si erano espressi contro il voto.. 

<<Folli, ciechi e prepotenti, come si può pensare che il “popolino bue” digerisca Gronda, inceneritore e TAV e riassetto del nodo ferroviario,  quest’ultima unica opera veramente utile, e non si ribelli?>> ha commentato Felice Airoldi del Comitato per Scarpino, <<Gianni  Crivello (presidente municipio Valpolcevera) è patetico… da la colpa al brutto tempo, ma caro presidente, anche al presidio della trivella a Murta c’è brutto tempo eppure i Cittadini resistono da due mesi e questo è l’esempio, la strada da seguire, anche contro il gassificatore a Scarpino. Presidente, ma si è accorto che questa catastrofe è tutta in Valpocevera?>>. 

Un impatto veramente molto pesante su una parte della Valpolcevera e del Ponente, tra cantieri e demolizioni anche di interi palazzi.

<<Anche i voltresi danno un “un pugno in faccia” ai loro amministratori capaci solo di proporre anche qui opere inutili e devastanti come il prolungamento delle banchine e i “tombamenti” in mare fatti con lo smarino con amianto  scavato dalle sette gallerie della Gronda e dalle nove strade di cantiere per sette cavalcavia di cemento armato, ….i 4 “campi base” con i silos fumanti per il cemento devastante prodotto in loco, dove scorrazzeranno migliaia di camion in mezzo a nubi di polveri, cemento, gasolio, e purtroppo probabili future tangenti, mazzette … mafie, per dieci… venti anni… >> aggiunge Felice Airoldi 

Il resto, lo dicono i numeri sono andati alle urne appena 562 persone su 68.000 aventi diritto. Una percentuale infinitesima, meno dell’1%. 

«La gente non crede in questa iniziativa, falsamente partecipativa come lo è stato il dibattito pubblico», dice Mauro Muscarà, portavoce del comitato NoGronda di Geminiano: <<L’Osservatorio è solo un paravento, non ha alcun potere decisionale>> 

<<È stata anche una sconfitta del Pd, che nelle scorse settimane a Voltri e in Valpolcevera ha condotto un battage  pro Osservatorio e in chiave anti-comitati>>, afferma Paolo Putti, dei NoGronda di Murta 

Forse i cittadini  non credono a un’istituzione in cui, su ventuno membri, la maggioranza è in mano alle istituzioni.


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie