Pubblicato da: pergenova | 14/03/2011

Nucleare. Dopo Fukushima verso il referendum.

E’ stato visto fino a qualche settimana fa su Rai, Mediaset, La7 e Sky e canali digitali, lo spot voluto dal Forum Nucleare che raffigura su una scacchiera le domande e le risposte dei presunti favorevoli e contrari al ritorno dell’energia nucleare. Spot neutro?  Il Giurì della pubblicità (Giurì dell’Istituto per l’Autodisciplina della Pubblicità – IAP) con la pronuncia n. 12/2011 del 18 febbraio lo ha giudicato ingannevole imponendone la cessazione della messa in onda.

Oggi, dopo il terremoto che ha sconvolto il Giappone, cui nessuno di noi avrebbe voluto assistere e che  conferma drammaticamente che il nucleare a prova di incidenti non esiste, i concetti espressi nello spot sono miseramente crollati e vederlo risulterebbe dannoso per coloro che lo avevano sostenuto .

Le autorità del Sol Levante hanno proclamato lo stato di allarme e chiuso undici centrali atomiche. Si teme un altro effetto Chernobyl. Nella centrale giapponese di Fukushima si registra un forte aumento di radiazioni e migliaia e migliaia di cittadini sono stati evacuati nelle prime ore dai primi 5 Km dalla centrale, poi dopo l’esplosione (che ha comportato il crollo del tetto dell’edificio che ospita uno dei reattori), fino a 10 Km, poi ancora a 20 Km e non è stato ancora risolto l’incidente mentre i tecnici temono che si stia verificando una fusione nucleare. Timori anche per un secondo reattore dei quattro della centrale.

“Emergenza nucleare”, ha proclamato il governo, e un altro allarme si è aggiunto al sisma, nonostante i decenni di studi e di esercitazioni per garantire che le centrali atomiche giapponesi erano a prova di terremoto. 

Cosa hanno già  detto e diranno  Chicco Testa  Presidente del Forum Nucleare? Che cosa Umberto Veronesi Presidente dell’ASN (Agenzia per la Sicurezza Nucleare)? 

Noi ricordiamo perfettamente la loro difesa del “nucleare sicuro” e tutte le parole spese per sostenere la mancanza di grossi pericoli, oggi, ancora una volta, parole smentite dalla realtà. 

Il nucleare non è sicuro, è a rischio d’incidenti catastrofici.

 Nel 1979 a Harrisburg (Usa) si è sfiorata la “fusione del nocciolo”, che c’è stata a Chernobyl (Ucraina) il 26 aprile 1986, con decine di migliaia di tumori e leucemie nei 20 anni successivi e più di 1000 morti per tumore tra i soldati intervenuti; ha contaminato l’acqua di 30 milioni di ucraini; irradiato 9 milioni di persone. Oggi, nelle regioni confinanti, 2/3 degli adulti e metà dei bambini sono ammalati alla tiroide , c’è il raddoppio delle malformazioni.
Nel 2002 nell’Ohio (Usa) si è sfiorato lo stesso disastro; nel 2004 a Sellafield (GB) c’è stata una fuga 160 kg di velenosissimo plutonio rivelata solo dopo 8 mesi.
Dal 1995 al 2005 c’è stata una serie d’incidenti gravi (con 7 morti e centinaia di contaminati gravi) nelle centrali del Giappone: tra cui uno gravissimo a TokaiMura nel 1999 (2 lavoratori morti, 3 gravemente contaminati e 119 esposti a forti dosi di radiazioni) e il più grande impianto nucleare al mondo chiuso il 16 luglio 2007 per i danni da terremoto.

Oggi 12 marzo 2011 allarme nel nord-est del Giappone per la possibile fusione di uno dei cinque reattori di Fukushima. Più di 45mila persone evacuate, ritrovate tracce di cesio radioattivo nelle zone circostanti, e nelle zone adiacenti, le TV invitano i cittadini di non uscire di  casa e tener chiuse le finestre, di coprirsi naso e bocca con asciugamani bagnati e lavarsi le mani non appena rientrati in casa. La gente deve inoltre evitare verdure, altri cibi freschi e acqua del rubinetto, prima del via libera delle autorità.

.
Come si dice: se conosci i rischi li eviti.

Molti però, non hanno questo problema. Non temono i rischi . Li diffondono.

 La protezione contro il rischio nucleare si chiama referendum.

Giuseppe Oliva,  AttacGenova


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie