Pubblicato da: pergenova | 06/04/2011

Riceviamo e pubblichiamo. Vogliamo l’Acqua e il Sole, mica la luna!

 

Il seguente testo è stato condiviso/pensato con lo scopo di essere divulgato il più possibile come un buon virus

Vogliamo l’Acqua e il Sole, mica la luna!

Car@ amic@,
il 12 e 13 giugno siamo chiamati alle urne per votare 4 referendum: 2 per una gestione pubblica dell’Acqua, 1 per fermare la reintroduzione del nucleare in Italia e 1 per cancellare la legge che consente alle prime tre cariche dello Stato (….) di avvalersi del legittimo impedimento in caso di processi a loro carico.

Il Consiglio dei Ministri, in barba al buonsenso che in tempi di tagli indiscriminati a Salute, Scuola e Cultura dovrebbe imporre il risparmio di 400 milioni di euro e in contrasto con il dovere costituzionale di favorire la partecipazione dei cittadini su scelte che riguardano la quotidianità ed il futuro di ognuno, ha indicato le ultime date possibili per legge.

Il Governo ed un Parlamento distanti dai reali interesse del Paese temono di veder spazzare via i loro interessi di bottega dalla libera espressione di 48milioni di cittadine e cittadini.

Dei 4 referendum, 2 chiedono che l’ACQUA TORNI IN MANO PUBBLICA (perché, di fatto, è già stata privatizzata con l’ultimo provvedimento, la Legge Ronchi del novembre 2009, che ha dato compimento alle scelte liberiste portate avanti in piena continuità dal 1994 ad oggi da governi di ogni colore).

All’interno del vastissimo Movimento per i Beni Comuni possiamo dare il nostro prezioso contributo per concretizzare ciò che temono: essere licenziati e disconosciuti dal Paese.
Siamo in grado di mobilitarci per riportare la gestione e la tutela dell’acqua, un bene essenziale alla vita, in mano pubblica.
Siamo in grado di mobilitarci per respingere la minaccia nucleare dettata dalle lobby economiche.
Siamo in grado di mobilitarci per tornare a vivere in un Paese in cui la Legge torni finalmente ad essere uguale per tutti.

Gli obiettivi sono rivoluzionari, e proprio per questo sono alla nostra portata.

Parliamone in famiglia, con gli amici, con i colleghi di lavoro, a scuola e all’università, facciamo girare questa e-mail come una catena di Sant’Antonio, riportiamola su facebook.
Visitiamo i siti www.acquabenecomune.org e www.referendumacqua.it, contattiamo il comitato referendario più vicino a noi per essere parte attiva nella campagna referendaria (si trovano qui: www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/index.php?option=com_content&view=article&id=187&Itemid=91).

Aderiamo tutte/i all’operazione “una bandiera per ogni balcone” ritirando la bandiera dei “2 Sì per l’Acqua Bene Comune” dal referente territoriale più vicino.

Con forza e determinazione il 13 giugno ci abbracceremo e brinderemo alla vittoria dei referendum con un bicchiere di acqua pubblica (e noi Cittadine/i seppelliremo la casta sotto una valanga di SI’).

E adesso tutte e tutti al lavoro, la storia ci aspetta.

Buona ripubblicizzazione

Cittadin@ per l’Acqua Bene Comune
www.youtube.com/watch?v=OJjdZmyUQD0


Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie